Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

CO2ZERO KLM. Volare a impatto zero. Si può fare

Scritto da pachi • Venerdì, 4 maggio 2012 • Categoria: Cambiamenti climatici


Anche volando in aereo si può contribuire a ridurre l'inquinamento. 

Sembra uno slogan poco credibile, ma invece la lotta alle emissioni di CO2 sta diventando un terreno di competizione virtuosa anche tra le grandi corporation. Come ad esempio tra le grandi compagnie aeree.

E' di questi giorni la notizia di una serie di iniziative di guerriglia marketing, che ha intrapreso KLM, una delle compagnie leader di navigazione aerea, per promuovere un importante progetto destinato alla riduzione delle emissioni di anidride carbonica.

Ci siamo incuriositi e documentati e abbiamo scoperto i dettagli di un progetto molto articolato che si chiama C02ZERO  e che, nonostante l'obiettivo sia altissimo e ambizioso, si può realizzare partendo dal contributo di tutti noi.


Il progetto C02ZERO  KLM ha l'obiettivo di portare a zero le emissioni di anidride carbonica dei viaggi aerei.

Come si può fare? Innanzitutto cominciando a ridurre al minimo le emissioni di carbonio, prodotte dal traffico aereo e dalle attività correlate.

L'impegno di KLM in questa direzione ha un primo obiettivo di riduzione entro quest'anno del 3%, mentre la riduzione prevista entro il 2020 sarà del 17%.

Per raggiungere questi importanti obiettivi 'verdi', il campo degli interventi del progetto C02ZERO è di ampio raggio. Da una parte il rinnovamento della flotta aerea per poter avere in servizio aerei progettati con le moderne concezioni di risparmio energetico. Poi con una serie di misure operative sia in volo che a terra, che consentano di ridurre l'impatto ambientale.

Tra queste ad esempio, l'impegno per creare uno spazio aereo europeo unificato, che consenta di ridurre in modo significativo l'impatto che il sistema aereo, nel suo complesso, ha sull'ecosistema Europa.

Parallelamente al risparmio energetico e alla riduzione di emissioni KLM ha avviato ormai da tempo, la collaborazione con il WWF, sezione olandese, attraverso il quale realizza azioni concrete di compensazione della CO2 prodotta. Ad esempio con i progetti Gold standard, destinati allo sviluppo e diffusione di energie rinnovabili.

Ovviamente un progetto così ambizioso richiede anche grandi investimenti ed è per questo che KLM ha trovato un modo semplice per permettere a tutti coloro che volano, di contribuire.

E' una strategia che ci sembra raggiungere due obiettivi insieme. Da una parte la raccolta dei mezzi finanziari necessari a sostenere il progetto C02ZERO, con una specie di green tax minima, pagata dai passeggeri. Dall'altra un mezzo efficace per aumentare la consapevolezza di chi viaggia, su quanto sia significativo l'impatto che il vivere quotidiano di ognuno di noi, ha sull'ambiente.

In termini pratici, anche quando organizziamo un viaggio in aereo, per lavoro o per vacanza, possiamo fare una scelta a difesa dell'ambiente. Con un contributo minimo di 6,33 euro, sul biglietto aereo, si può compensare l'impatto ambientale di un volo andata e ritorno da Amsterdam a New York.

E' solo un esempio ma è già molto evidente che a fronte di un piccolo impegno personale, si può fare concretamente qualcosa, semplicemente volando.

A proposito, le azioni di guerriglia marketing nei prossimi giorni si svolgeranno a Roma e a Milano dove il team di KLM ha delle fantastiche sorprese in serbo.

Per saperne di piu': www.klm.com/travel/it_it

Articolo sponsorizzato

11343 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark CO2ZERO KLM. Volare a impatto zero. Si può fare  at YahooMyWeb Bookmark CO2ZERO KLM. Volare a impatto zero. Si può fare  at NewsVine Bookmark CO2ZERO KLM. Volare a impatto zero. Si può fare  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

0 Trackbacks

  1. Nessun Trackbacks

0 Commenti

Mostra commenti (Cronologicamente | Per argomento)
  1. Nessun commento

Aggiungi Commento


Enclosing asterisks marks text as bold (*word*), underscore are made via _word_.
E-Mail addresses will not be displayed and will only be used for E-Mail notifications.
To leave a comment you must approve it via e-mail, which will be sent to your address after submission.

To prevent automated Bots from commentspamming, please enter the string you see in the image below in the appropriate input box. Your comment will only be submitted if the strings match. Please ensure that your browser supports and accepts cookies, or your comment cannot be verified correctly.
CAPTCHA