Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?

Scritto da www.z3xmi.it • Giovedì, 16 maggio 2013
Le segnalazioni inviate al giornale da due lettrici ci danno l'occasione per fare alcune considerazioni che riguardano la cura ed il rispetto dell'ambiente cittadino in cui viviamo, quello intorno a noi, le vie, gli edifici, le strade. Segnalazioni che ci ricordano la cura e rispetto che l'ambiente in cui viviamo merita da parte dei cittadini, e una doverosa attenzione da parte dell'amministrazione.

La prima segnalazione ci perviene da una lettrice che abita in via Luosi, una tranquilla via che sbocca in viale Brianza, con piccoli edifici, molti dei quali ormai d'epoca, alti due, massimo tre piani.


>>Continua a leggere "L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?"

8813 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?  at YahooMyWeb Bookmark L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?  at NewsVine Bookmark L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Inaugurata la nuova zona pedonale di oltre sei ettari

Scritto da 100ambiente - News • Venerdì, 24 giugno 2011 • Commenti 1 • Categoria: Territorio
Oggi è festa. Le valutazioni sul traffico rinviate a lunedì

E' scattata a Firenze, da questa notte, la nuova e vasta zona pedonale: gran parte del centro storico di Firenze è dunque percorribile d'ora in poi solo a piedi o in bici.

Eccezioni: alcune linee di bus elettrici, aree riservate ai residenti e ai disabili. Già fortemente ristrette, nelle settimane scorse, anche le finestre orarie, per il carico e scarico merci.

 

Questa mattina, prima di andare a messa per la celebrazioni del santo patrono, il sindaco Matteo Renzi ha chiuso la catena che sancisce la pedonalizzazione di via Tornabuoni.


>>Continua a leggere "Inaugurata la nuova zona pedonale di oltre sei ettari"

2894 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Inaugurata la nuova zona pedonale di oltre sei ettari  at YahooMyWeb Bookmark Inaugurata la nuova zona pedonale di oltre sei ettari  at NewsVine Bookmark Inaugurata la nuova zona pedonale di oltre sei ettari  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata

Scritto da 100ambiente - News • Martedì, 21 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Rapporto Ispra: Anche in Italia gli effetti del riscaldamento

Calano le concentrazioni di zolfo, ossidi di azoto, ammoniaca e sostanze acidificanti in genere, ma l'aria che respiriamo in Italia continua a essere troppo inquinata.
Soprattutto nelle grandi città, dove ormai il superamento dei livelli di polveri sottili è spesso purtroppo consolidato.

Buone notizie dagli incendi (in diminuzione), ma troppe frane e smottamenti continuano a mettere in pericolo vite e attività umane. Lo dice l'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) che oggi a Roma ha presentato l'Annuario dei Dati ambientali 2010 con lo 'stato di salute' dell'ambiente nel nostro paese.

Secondo il dossier dal 1990 al 2009 nell'aria italiana sono stati emessi meno zolfo (-87,2%), ossidi di azoto (-51,3%) e ammoniaca (-16,5%) in atmosfera: calano le sostanze acidificanti, ma l'inquinamento continua a preoccupare. Polveri, ozono e biossido di azoto fanno infatti ancora temere per la nostra salute. In Italia nel 2009 il 45% delle stazioni di monitoraggio di PM10 ha superato il valore limite giornaliero e nell'estate del 2010 il 92% delle stazioni di monitoraggio per l'ozono ha registrato superamenti dell'obiettivo a lungo termine. Sono soprattutto le grandi citta dell'area padana a registrare i livelli piu alti di queste polveri. 


>>Continua a leggere "Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata"

2736 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata  at YahooMyWeb Bookmark Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata  at NewsVine Bookmark Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Smog: 17 città italiane tra le 30 più inquinate d'Europa

Scritto da 100ambiente - News • Sabato, 26 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Prime Torino, Brescia, Milano. Ogni italiano ha 9 mesi vita in meno

Diciassette città italiane sono nella lista delle 30 città più inquinate d'Europa: 'prime' in questa triste classifica Torino, Brescia e Milano.

Sono le stime dell'Agenzia europea per l'ambiente. La situazione ambientale relativa alle emissioni di polveri sottili da trasporto urbano rimane critica nelle maggiori città italiane.

Secondo dati recenti, nel 2010, 48 capoluoghi di provincia hanno superato il limite giornaliero di 50 microgrammi per metro cubo (mg/m3) di polveri sottili oltre i 35 giorni consentiti dalla legge.


>>Continua a leggere "Smog: 17 città italiane tra le 30 più inquinate d'Europa"

3907 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Smog: 17 città italiane tra le 30 più inquinate d'Europa  at YahooMyWeb Bookmark Smog: 17 città italiane tra le 30 più inquinate d'Europa  at NewsVine Bookmark Smog: 17 città italiane tra le 30 più inquinate d'Europa  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Studio: 180 città americane costiere parzialmente sommerse entro 2100

Scritto da 100ambiente - News • Giovedì, 17 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Maggiori rischi per Miami, New Orleans e Virginia Beach

Almeno 180 citta' sulle coste degli Stati Uniti rishiano di finire parzialmente sommerse entro la fine di questo secolo. E' quanto emerge da un nuovo studio sugli effetti del cambiamento climatico pubblicato sulla rivista scientifica Climate Change Letters. Tra le citta' piu' a rischio ci sono Miami, New Orleans e Virginia Beach; mentre New York e la baia di San Francisco potrebbero subire danni lievi.

L'area che preoccupa di piu' gli scienziati e' quella del Golfo del Messico e della costa Atlantica meridionale - una zona compresa tra Virginia Beach (Virginia) e Miami (Florida) - dove il livello delle acque potrebbe salire anche di un metro.


>>Continua a leggere "Studio: 180 città americane costiere parzialmente sommerse entro 2100"

5563 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Studio: 180 città americane costiere parzialmente sommerse entro 2100  at YahooMyWeb Bookmark Studio: 180 città americane costiere parzialmente sommerse entro 2100  at NewsVine Bookmark Studio: 180 città americane costiere parzialmente sommerse entro 2100  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Be Active. Be a Tree. Flash Mob a Milano proambiente

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 7 febbraio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Appuntamenti
“Inspira, espira. Inspira, espira. Facciamo qualcosa di attivo per la nostra città, per risvegliarla con il ritmo del nostro respiro.”

Questa è lo slogan col quale è partita la manifestazione di Sabato 05 febbraio in Piazza Duomo a Milano.
Un insolito flash mob che ha coinvolto centinaia di persone di ogni età nel tentativo (perfettamente riuscito) di creare l’albero umano più grande mai esistito.
No no, l’iniziativa non doveva ripagare l’ambizione degli organizzatori a finire nei Guinnes dei primati.

A spingere questi ragazzi a passare intere giornata nell’organizzazione dell’evento è stata la consapevolezza che attualmente il problema dell’inquinamento ha assunto proporzioni drammatiche. L’aria dovrebbe essere tutelata da ognuno di noi, in quanto nessuno può farne a meno.


L’ambiente non deve essere visto semplicemente come “il verde che ci circonda”, ma come una realtà ben più complessa e del quale l’uomo deve rispettare le regole.
E proprio con questo ideale, l’iniziativa “Be Active. Be a Tree” ha voluto dare un primo “scossone” alla città di Milano, per spingerlo a reagire, a rivendicare il diritto a poter respirare aria, definibile tale, composta da ossigeno…aria pulita insomma.

Il flash mob si è svolto intorno alle 16.
I partecipanti, gente comune reclutata tramite passaparola, inserzioni su Facebook o direttamente sul luogo, sono stati dotati di shopper di colore marrone (per formare il tronco) o verde (la chioma), da sollevare al momento opportuno per dare vita appunto al nostro albero umano.

L’impressione che hanno avuto i passanti, ignari dell’iniziativa, è stata di gruppi di persone che, correndo da ogni angolo di Piazza Duomo e incontrandosi al centro, si posizionavano in prestabilite posizioni sollevando le loro borsette marroni e verdi, creando appunto la coreografia, in uno scenario di un insolita Milano piena di svolazzanti palloncini verdi e di ragazzi, vestiti dello stesso colore, muniti di megafoni e walkytalky per coordinare il tutto, macchine fotografiche e telecamere che riprendevano la scena da ogni inquadratura e soprattutto i volti entusiasti e felici dei partecipanti (nonni con i nipoti, ragazzi, stranieri…di tutto e un po’ insomma) che collaboravano tra loro per un unico bene comune: la nostra aria.

Jessica Barlassina

Foto reportage - Jessica Barlassina - Ph Carlo Fico


>>Continua a leggere "Be Active. Be a Tree. Flash Mob a Milano proambiente"

358559 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Be Active. Be a Tree. Flash Mob a Milano proambiente  at YahooMyWeb Bookmark Be Active. Be a Tree. Flash Mob a Milano proambiente  at NewsVine Bookmark Be Active. Be a Tree. Flash Mob a Milano proambiente  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Smog, Legambiente: in 2010 48 città oltre il limite delle Pm10

Scritto da 100ambiente - News • Lunedì, 31 gennaio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
In testa Torino e Frosinone con 134 e 108 sforamenti

Nel 2010, 48 capoluoghi di provincia italiani hanno superato il limite giornaliero di 50 microgrammi/m3 di polveri sottili oltre i 35 giorni consentiti dalla legge.

Ai primi posti per il Pm10 Torino e Frosinone con 134 e 108 superamenti. Seguono Asti (98), Lucca (97), Ancona (96) e Napoli (35).

E' quanto emerge dal dossier di Legambiente 'Mal'aria di città 2011', che evidenzia la cronicità dell'emergenza smog italiana. Ecco perché nel weekend i volontari dell'associazione organizzeranno iniziative in difesa del diritto di respirare aria pulita.


>>Continua a leggere "Smog, Legambiente: in 2010 48 città oltre il limite delle Pm10"

2710 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Smog, Legambiente: in 2010 48 città oltre il limite delle Pm10  at YahooMyWeb Bookmark Smog, Legambiente: in 2010 48 città oltre il limite delle Pm10  at NewsVine Bookmark Smog, Legambiente: in 2010 48 città oltre il limite delle Pm10  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Buenos Aires, New York e Tokyo le città più rumorose dal mondo

Scritto da 100ambiente - News • Mercoledì, 29 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
70-80 decibel in media, ben oltre la soglia Oms di 55 decibel

Buenos Aires è la città più rumorosa di tutta l'America Latina e, assieme a New York, Tokyo e Nagasaki, fra le città più rumorose al mondo.

I dati rilevati nella capitale argentina toccano mediamente i 70-80 decibel, mentre i livelli dell'Oms suggeriscono di non oltrepassare la soglia dei 55 decibel di giorno e 45 di notte.

Lo studio citato dalla Bbc online evidenzia che, nonostante le leggi varate per combattere l'inquinamento acustico, la situazione a Buenos Aires, se possibile, peggiora.


>>Continua a leggere "Buenos Aires, New York e Tokyo le città più rumorose dal mondo"

6594 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Buenos Aires, New York e Tokyo le città più rumorose dal mondo  at YahooMyWeb Bookmark Buenos Aires, New York e Tokyo le città più rumorose dal mondo  at NewsVine Bookmark Buenos Aires, New York e Tokyo le città più rumorose dal mondo  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Trento al top per qualità vita. Sud sempre peggio, Napoli ultima

Scritto da 100ambiente - News • Mercoledì, 15 dicembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Indagine Italia Oggi. Si vive bene in 55 province, male in 48. Ma ancora una volta la differenza tra sud e nord è evidente.

Il Sud perde su tutta la linea la sfida 2010 della qualità della vita. Delle 48 province italiane (su 103) dove la qualità della vita è scarsa o insufficiente ben 36 appartengono all'Italia meridionale e insulare.
Napoli è simbolo di questa disfatta ed è relegata all'ultimo posto della classifica. Mentre al top troviamo la provincia autonoma di Trento.

E' questa la fotografia dell'indagine ItaliaOggi-Università la Sapienza sulla qualità della vita.


>>Continua a leggere "Trento al top per qualità vita. Sud sempre peggio, Napoli ultima"

4217 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Trento al top per qualità vita. Sud sempre peggio, Napoli ultima  at YahooMyWeb Bookmark Trento al top per qualità vita. Sud sempre peggio, Napoli ultima  at NewsVine Bookmark Trento al top per qualità vita. Sud sempre peggio, Napoli ultima  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

In provincia di Salerno, il 99% dei comuni sono a rischio idrogeologico

Scritto da 100ambiente - News • Sabato, 13 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Dati alla mano, sarebbero esposte al rischio oltre 300mila persone.

In Campania sono ben 474 i comuni a rischio frane o alluvioni, ossia l`86% del totale.
Tra i 5 capoluoghi campani, il primato di provincia più fragile va a Salerno, con il 99% delle municipalità classificate a rischio.
Sono gli ultimi dati di Ecosistema rischio di Legambiente.

L'80% dei comuni campani ha abitazioni nelle aree golenali, negli alvei dei fiumi o in aree a rischio frana, il 25% delle amministrazioni presenta addirittura interi quartieri in zone a rischio, mentre il 54% ha edificato in queste aree strutture e fabbricati industriali.


>>Continua a leggere "In provincia di Salerno, il 99% dei comuni sono a rischio idrogeologico"

3169 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark In provincia di Salerno, il 99% dei comuni sono a rischio idrogeologico  at YahooMyWeb Bookmark In provincia di Salerno, il 99% dei comuni sono a rischio idrogeologico  at NewsVine Bookmark In provincia di Salerno, il 99% dei comuni sono a rischio idrogeologico  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Nelle città italiane ci sono oltre un milione di piccioni ammalati

Scritto da 100ambiente - News • Martedì, 2 novembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Fauna
Amati e odiati dalla popolazione delle città, i piccioni si ammalano dopo esser stati feriti dai 'respingitori', sviluppando infezioni

Tre milioni di piccioni si aggirano svolazzando per le città italiane e almeno un milione di loro è ammalato: e non a causa di germi o di mali di cui sarebbero, ma non sono, portatori bensì perchè troppo spesso vittime degli spuntoni metallici dei "respingitori" che li feriscono facendogli sviluppare delle infezioni.

A denunciarlo è l'Aidaa, associazione italiana a difesa degli animali e dell'ambiente che sottolinea la necessità di evitare un fenomeno

"grave, illegale ma purtroppo diffusissimo come quello della distribuzione di grano e altro cibo avvelenato che provocano la morte atroce di decine di piccioni: ultimamente ne sono morti 80 solamente in piazza del Duomo a Milano".


>>Continua a leggere "Nelle città italiane ci sono oltre un milione di piccioni ammalati"

2681 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Nelle città italiane ci sono oltre un milione di piccioni ammalati  at YahooMyWeb Bookmark Nelle città italiane ci sono oltre un milione di piccioni ammalati  at NewsVine Bookmark Nelle città italiane ci sono oltre un milione di piccioni ammalati  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Le città capoluogo a misura di ambiente. Rapporto Legambiente

Scritto da 100ambiente - News • Lunedì, 18 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Belluno, Verbania e Parma al top. Male le metropoli e il Sud. Ancora allarme ambiente.

E' di nuovo allarme ambientale nelle grandi città italiane.
Con l'unica eccezione di Torino tutti i centri urbani con più di mezzo milione di abitanti vedono peggiorare il loro stato di salute.

Tira veramente una pessima aria a Milano (che peggiora in tutti gli indici della qualità dell'aria e in particolare per le concentrazioni di Ozono: 60 giorni di superamento, erano 41 lo scorso anno), Napoli e Palermo soccombono sotto i cumuli di rifiuti abbandonati nelle strade, incapaci di intraprendere un sistema di raccolta differenziata efficace mentre a Roma i cittadini patiscono ogni giorno gli effetti dannosi di una mobilità scriteriata con centro e periferie invase dalle auto private.

E' quanto rivela la 17ma edizione di 'Ecosistema Urbano', l'annuale report di Legambiente e Ambiente Italia sullo stato di salute ambientale dei comuni capoluogo italiani realizzata con la collaborazione editoriale del Sole 24 Ore e presentato oggi a Firenze.


>>Continua a leggere "Le città capoluogo a misura di ambiente. Rapporto Legambiente"

2794 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Le città capoluogo a misura di ambiente. Rapporto Legambiente  at YahooMyWeb Bookmark Le città capoluogo a misura di ambiente. Rapporto Legambiente  at NewsVine Bookmark Le città capoluogo a misura di ambiente. Rapporto Legambiente  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!