Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

Rinnovabili: incentivi 6-7mld l'anno, meno a impianti più potenti

Scritto da 100ambiente - News • Mercoledì, 20 aprile 2011 • Commenti 0 • Categoria: Fonti rinnovabili
Pronta bozza: obiettivo 23mila mw. Premi a piccoli efficienti

Un taglio degli incentivi che aumenta di pari passo alla potenza dell'impianto fotovoltaico: più piccoli sono gli impianti più graduale sarà la riduzione degli aiuti.

E' quanto prevede la bozza del decreto interministeriale sugli incentivi alle fonti rinnovabili sul quale partirà domani un confronto serrato con le Regioni.

Nel provvedimento si prevedono incentivi per 6-7 miliardi di euro l'anno ed un obiettivo di 23.000 megawatt di produzione fotovoltaica entro la fine del 2016, pari a circa un terzo dell'intera domanda nazionale.


>>Continua a leggere "Rinnovabili: incentivi 6-7mld l'anno, meno a impianti più potenti"

3703 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Rinnovabili: incentivi 6-7mld l'anno, meno a impianti più potenti  at YahooMyWeb Bookmark Rinnovabili: incentivi 6-7mld l'anno, meno a impianti più potenti  at NewsVine Bookmark Rinnovabili: incentivi 6-7mld l'anno, meno a impianti più potenti  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Il Ministro Romani sulle rinnovabili: avanti spediti per dare certezze al settore

Scritto da 100ambiente - News • Venerdì, 18 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Energia Fotovoltaica
Obiettivo incentivi compatibili con esigenze cittadini-imprese

Il governo

"vuole procedere molto speditamente per dare certezze definitive al settore fotovoltaico".

Lo ha assicurato il ministro dello Sviluppo economico, Paolo Romani, in una conferenza stampa al termine del tavolo sulle rinnovabili tra esecutivo, banche e imprese.

"È stata una riunione molto importante - ha spiegato Romani - propedeutica a tavoli tecnici e ad altri incontri di questo tipo.


>>Continua a leggere "Il Ministro Romani sulle rinnovabili: avanti spediti per dare certezze al settore"

4499 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Il Ministro Romani sulle rinnovabili: avanti spediti per dare certezze al settore  at YahooMyWeb Bookmark Il Ministro Romani sulle rinnovabili: avanti spediti per dare certezze al settore  at NewsVine Bookmark Il Ministro Romani sulle rinnovabili: avanti spediti per dare certezze al settore  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Rinnovabili. Berlusconi: presto incentivi per la 'green economy'

Scritto da 100ambiente - News • Lunedì, 14 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Energia Fotovoltaica
Ingiustificati timori settore; le bollette andavano calmierate

Chi ha investito sulla green economy e il fotovoltaico non deve avere "timori ingiustificati" dovuti al dlgs sulle energie rinnovabili varato dal governo, anche perché "entro poche settimane" sarà stabilito un "nuovo quadro di incentivi".

E' quanto ha spiegato il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, in una nota in cui ha risposto alle critiche sul provvedimento sollevate anche da settori della maggioranza, come per esempio il movimento 'Forza del Sud' di Gianfranco Micccihé.


>>Continua a leggere "Rinnovabili. Berlusconi: presto incentivi per la 'green economy'"

3716 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Rinnovabili. Berlusconi: presto incentivi per la 'green economy'  at YahooMyWeb Bookmark Rinnovabili. Berlusconi: presto incentivi per la 'green economy'  at NewsVine Bookmark Rinnovabili. Berlusconi: presto incentivi per la 'green economy'  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Dal Giappone una promessa che vale 2 miliardi di dollari ai PVS pro-biodiversità

Scritto da 100ambiente - News • Mercoledì, 27 ottobre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Appuntamenti
L'annuncio è arrivato dalla Conferenza in corso a Nagoya.
Una posizione politica molto forte - quella giapponese - un segno che indica una strada di aiuti verso i Paesi in Via di Sviluppo, spesso ancora proprietari di una vasta biodiversità che necessita essere preservata.

Il Giappone garantirà due miliardi di dollari in tre anni ai Paesi in via di sviluppo per salvaguardare la biodiversità.

"Lanceremo un'iniziativa volta a sostenere l'impegno dei Paesi in via di sviluppo per elaborare le loro strategie nazionali e metterle in atto",

ha detto il premier nipponico Naoto Kan durante i lavori della Conferenza sulla Biodiversità che si sta svolgendo a Nagoya, in Giappone.

"Daremo un aiuto di due miliardi di dollari in tre anni a partire dal 2010",

ha aggiunto.


>>Continua a leggere "Dal Giappone una promessa che vale 2 miliardi di dollari ai PVS pro-biodiversità"

2676 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Dal Giappone una promessa che vale 2 miliardi di dollari ai PVS pro-biodiversità  at YahooMyWeb Bookmark Dal Giappone una promessa che vale 2 miliardi di dollari ai PVS pro-biodiversità  at NewsVine Bookmark Dal Giappone una promessa che vale 2 miliardi di dollari ai PVS pro-biodiversità  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Impianti fotovoltaici al posto dei pericolosi tetti in eternit

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 21 luglio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Energia Fotovoltaica, Materiali

Si chiama “Eternit free” ed è la la campagna di Legambiente e AzzeroCO2 per eliminare l’amianto ancora presente nel territorio, beneficiando degli incentivi speciali introdotti dallo Stato (Dm del 19 febbraio 2007) in scadenza il prossimo dicembre 2010. Sostituendo il tutto con gli impianti fotovolatici.
Ad iniziare l’opera di bonifica sarà la provincia di Lecce che per prima ha aderito al progetto, scegliendo così di promuovere la sostituzione delle coperture in eternit delle aziende con impianti fotovoltaici.

Fotovoltaico al posto dell'eternit

Con Eternit free tutte le aziende della Provincia di Lecce saranno informate, quindi, sulla possibilità di utilizzare gli incentivi nazionali e locali per interventi di sostituzione dell’eternit presente sulle coperture dei capannoni destinati ad attività agricole e industriali con impianti fotovoltaici.

Legambiente e AzzeroCO2 con l’aiuto di della Provincia, di Confindustria Lecce e Confartigianato Lecce individueranno le aziende da coinvolgere nel progetto che potranno scegliere di finanziarsi da sole o di essere supportate dal credito bancario.
Le aziende del territorio della Provincia, infatti, potranno alternativamente ricevere un supporto qualificato per investire risorse proprie nella realizzazione di un impianto fotovoltaico oppure beneficiare gratuitamente della bonifica del proprio capannone, cedendo il diritto di superficie della copertura ad AzzeroCO2.


>>Continua a leggere "Impianti fotovoltaici al posto dei pericolosi tetti in eternit"

7901 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Impianti fotovoltaici al posto dei pericolosi tetti in eternit  at YahooMyWeb Bookmark Impianti fotovoltaici al posto dei pericolosi tetti in eternit  at NewsVine Bookmark Impianti fotovoltaici al posto dei pericolosi tetti in eternit  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Ancora 14 mesi di tempo per accedere agli attuali incentivi del Conto Energia

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 19 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Energia Fotovoltaica

Conto energia incentivi fotovoltaicoAlla fine del mese di giugno 2010, gli impianti fotovoltaici che hanno fatto richiesta di accesso agli incentivi del Conto Energia che fa riferimento al decreto ministeriale del 19 febbraio 2007, sono circa 80.000 per una potenza globale di 1.200 MW.
Il GSE comunicherà nei prossimi giorni sul proprio sito internet la data ufficiale di raggiungimento dei 1.200 MW poiché stanno ancora pervenendo alla società le comunicazioni di entrata in esercizio degli impianti relative al mese di giugno.

In base a quanto previsto dall’art. 13 del citato DM, hanno diritto alle tariffe incentivanti tutti gli impianti fotovoltaici che entrano in esercizio entro quattordici mesi dalla data nella quale viene raggiunto il limite di potenza di 1.200 MW (entro ventiquattro mesi nel caso di impianti fotovoltaici i cui soggetti responsabili sono soggetti pubblici).

Negli ultimi dodici mesi sono stati installati, nel nostro Paese, ben 800 MW di potenza fotovoltaica, capaci di coprire il fabbisogno medio annuo di circa 300.000 famiglie.


>>Continua a leggere "Ancora 14 mesi di tempo per accedere agli attuali incentivi del Conto Energia"

2789 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Ancora 14 mesi di tempo per accedere agli attuali incentivi del Conto Energia  at YahooMyWeb Bookmark Ancora 14 mesi di tempo per accedere agli attuali incentivi del Conto Energia  at NewsVine Bookmark Ancora 14 mesi di tempo per accedere agli attuali incentivi del Conto Energia  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Taglio del 50% dei bilanci dei parchi italiani? Rischio chiusura!

Scritto da Paolo Fraelli • Martedì, 6 luglio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Territorio

Con l'ipotesi di taglio del 50% dei bilanci dei parchi italiani, la cancellazione dei servizi essenziali a difesa della natura, dal camoscio d’Abruzzo, all’orso marsicano e l’orso bruno alpino, dalla lontra al gipeto per citarne solo alcuni, è quasi certa.
Il FAI e il WWF Italia ricordano come i parchi garantiscano servizi antibracconaggio e antincendio, vigilanza contro i reati ambientali, per la tutela effettiva dei più importanti valori naturalistici racchiusa in circa 10% del nostro territorio più prezioso (circa 20% se si considerano anche le aree tutelate dall’Europa), nonché un’importante esperienza di educazione e formazione ambientale.

Finanziamenti Parchi Nazionali

Per questo il taglio del 50% dei bilanci dei parchi, che sono tra gli enti vigilati dallo Stato per i quali la Manovra correttiva 2011-2012 vorrebbe il dimezzamento dei finanziamenti, mette gli enti di gestione delle aree protette nell’impossibilità di operare e, quindi, a rischio di chiusura.

Il FAI e WWF Italia, che sostengono la posizione contraria al taglio del Ministro dell’Ambiente, ricordano che i Parchi Nazionali per il loro funzionamento ricevano dal Ministero dell’Ambiente un finanziamento che complessivamente ammonta a circa 50 milioni di euro, in altre parole una briciola infinitesima all'interno degli sprechi italiani.

Se si pensa solo allo scandalo delle auto blu e al loro costo, un tale taglio diventa inaccettabile.
Il finanziamento destinato ai parchi prima del previsto taglio già oggi non consente di coprire le esigenze di completamento di tutte le piante organiche e di meglio garantire alcune esigenze gestionali primarie come, ad esempio, quelle della vigilanza.


>>Continua a leggere "Taglio del 50% dei bilanci dei parchi italiani? Rischio chiusura!"

4285 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Taglio del 50% dei bilanci dei parchi italiani? Rischio chiusura!  at YahooMyWeb Bookmark Taglio del 50% dei bilanci dei parchi italiani? Rischio chiusura!  at NewsVine Bookmark Taglio del 50% dei bilanci dei parchi italiani? Rischio chiusura!  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

L'Italia può raggiungere l'obiettivo del 17% di energia da FER

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 16 giugno 2010 • Commenti 0 • Categoria: Produzione & Consumi

L'Europa spinge sulle fonti rinnovabili per rilanciare l'economia e creare innovazione. Politiche attente e sistemi di incentivazione chiari e trasparenti favoriscono la crescita del settore dell’energia pulita. In Italia invece, la situazione è di assoluta incertezza per gli operatori. Il Governo italiano ha inserito nella manovra finanziaria una norma che, di fatto, blocca lo sviluppo delle rinnovabili intervenendo sui certificati verdi.
Di sistemi di incentivazione delle energie rinnovabili e di esperienze europee si è parlato ieri a Roma, nel corso di un convegno organizzato da Legambiente in collaborazione con Anev, Associazione nazionale energia del vento e Globe Europe.


Entro il mese di giugno, cioè entro poche settimane, il Governo dovrà presentare il Piano nazionale di sviluppo delle rinnovabili e aprire un confronto con le Regioni per dividere gli sforzi e riuscire a dare certezze per il futuro.
Il pacchetto clima dell’UE (obiettivo 20–20­20) è ormai operativo con l’adozione il 6 aprile 2009 da parte del Consiglio della nuova direttiva sulla “promozione  dell’energia da fonti rinnovabili”: una riduzione del 20% dei consumi di energia al 2020 sul livello tendenziale; un impiego del 20% di energia da fonti rinnovabili sul consumo lordo di energia; una riduzione del 20% delle riduzione di CO2 sul livello raggiunto nel 2005. Questi obiettivi dovranno essere tradotti entro il giugno 2010 in definiti piani nazionali e trasposti, entro 18 mesi, nelle legislazioni nazionali.

L'obiettivo fissato per l'Italia del 17% da FER (fonti energetiche rinnovabili) è assolutamente raggiungibile grazie a corrette politiche di sviluppo che prevedano la semplificazione delle norme di autorizzazione e regole certe per gli investimenti. In Italia mancano ancora le Linee Guida per l’approvazione dei progetti delle rinnovabili con conseguente caos a livello regionale. Ma non solo.
Se il futuro è incerto per il solare fotovoltaico (ancora si attendono notizie sulla proroga del conto energia) e per il solare termico (la detrazione del 55% scade a dicembre), il colpo di grazia per lo sviluppo delle rinnovabili in Italia arriva ora dal Governo, con l’abolizione retroattiva dell’obbligo da parte del GSE di riacquisto dei certificati verdi, la misura contenuta nell’articolo 45 della manovra finanziaria.

Che succede invece negli altri paesi europei?


>>Continua a leggere "L'Italia può raggiungere l'obiettivo del 17% di energia da FER"

4438 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark L'Italia può raggiungere l'obiettivo del 17% di energia da FER  at YahooMyWeb Bookmark L'Italia può raggiungere l'obiettivo del 17% di energia da FER  at NewsVine Bookmark L'Italia può raggiungere l'obiettivo del 17% di energia da FER  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Free Energy - 1000 impianti fotovoltaici a costo zero per la Città di Busto Arsizio

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 10 maggio 2010 • Commenti 3 • Categoria: Energia Fotovoltaica

1000 tetti fotovoltaici - Busto Arsizio - Free EnergyUn nuovo progetto innovativo che farà sicuramente discutere e porterà altre cittadinanze a domandarsi perché questo non avviene anche nella propria città. Si chiama “Free Energy - 1000 impianti fotovoltaici a costo zero per la Città di Busto Arsizio”. Tutto questo è stato possibile grazie alla collaborazione sinergica di due realtà industriali, AGESP Energia S.r.l. ed Ely S.p.A.
I cittadini che decideranno di aderire al progetto potranno utilizzare a titolo gratuito, per il proprio fabbisogno, l’energia elettrica prodotta da un impianto fotovoltaico senza alcun investimento né di costi manutentivi.

L’energia prodotta in eccesso dall’impianto ed i proventi del cosiddetto “Conto Energia” andranno a coprire gli oneri per l’ammortamento, la progettazione, l’installazione, la manutenzione e per le relative coperture assicurative. L’utente potrà fruire gratuitamente, alle condizioni sopraindicate, dell’energia elettrica prodotta dall’impianto per un periodo di 21 anni.

Al termine gli oneri di smaltimento dello stesso saranno a totale carico di Ely. In alternativa al termine del sopraindicato periodo di 21 anni l’utente potrà scegliere di acquisire gratuitamente la proprietà dell’impianto, ponendosi in questo caso a carico gli oneri di manutenzione e lo smaltimento al termine della vita utile dello stesso.

Ancora, decorsi due anni dal collaudo, sarà facoltà dell’utente di acquistare l’impianto beneficiando in tal caso in prima persona di tutti gli incentivi.


>>Continua a leggere "Free Energy - 1000 impianti fotovoltaici a costo zero per la Città di Busto Arsizio"

8253 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Free Energy - 1000 impianti fotovoltaici a costo zero per la Città di Busto Arsizio  at YahooMyWeb Bookmark Free Energy - 1000 impianti fotovoltaici a costo zero per la Città di Busto Arsizio  at NewsVine Bookmark Free Energy - 1000 impianti fotovoltaici a costo zero per la Città di Busto Arsizio  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Detrazioni fiscali l'efficienza energetica. Analisi, risultati e prospettive

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Giovedì, 22 aprile 2010 • Commenti 1 • Categoria: Appuntamenti

Le detrazioni fiscali del 55% per coloro che intraprendono interventi di riqualificazione energetica degli edifici esistenti, introdotte dalla Legge Finanziaria 2007 e confermate fino alla fine di quest’anno, costituiscono il più generoso programma di incentivazione messo in campo, non solo in Italia ma anche in Europa, per limitare il consumo di energia e le emissioni di gas climalteranti nel settore edile, a cui si deve circa un terzo del consumo di energia per gli usi finali.

La possibilità, da parte di chiunque, sia persona fisica che giuridica, di fruire degli incentivi per realizzare lavori di efficientamento energetico del proprio immobile e la consistenza dei limiti massimi di detrazione previsti per i diversi interventi, sono alcuni dei fattori che hanno determinato il successo di questo programma, testimoniato da circa 600.000 utenti in tre anni di vigenza delle detrazioni.

Dal 2007, per conto del Ministero dello Sviluppo Economico, l’ENEA gestisce questi incentivi, fornendo assistenza tecnica a tutte le possibili categorie di utenti (cittadini, tecnici, imprese), relativamente ai requisiti tecnici e alle procedure che si rendono necessarie per l’accesso agli stessi, oltre ai compiti di ricezione della documentazione e al monitoraggio dei dati ambientali ed economici in essa contenuti.

Per fare chiarezza sul tema, il 4 maggio si svolgerà a Roma presso la sede dell'ENEA in Via Giulio Romano, 41, un incontro-convegno per stilare un bilancio dei risultati ottenuti e per un confronto tra le parti interessate sulle prospettive del programma e le implicazioni della scadenza del programma stesso, fissata al 31 dicembre 2010.


>>Continua a leggere "Detrazioni fiscali l'efficienza energetica. Analisi, risultati e prospettive"

4300 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Detrazioni fiscali l'efficienza energetica. Analisi, risultati e prospettive  at YahooMyWeb Bookmark Detrazioni fiscali l'efficienza energetica. Analisi, risultati e prospettive  at NewsVine Bookmark Detrazioni fiscali l'efficienza energetica. Analisi, risultati e prospettive  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

In Lombardia supporto dell'innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Giovedì, 4 marzo 2010 • Commenti 0 • Categoria: Produzione & Consumi

La Giunta Regionale lombarda, nell'ambito del "pacchetto fiducia" ha varato un pacchetto di misure a supporto dell'innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese (Deliberazione n°11236 del 10 febbraio 2010 "Intervento regionale a supporto dell`innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese. Sostegno agli investimenti per l'acquisto di macchinari, attrezzature, apparecchiature").

Il provvedimento prevede la concessione di contributi in conto capitale alle micro e piccole imprese lombarde di vari settori produttivi, incluso quello delle costruzioni (codice Istat Ateco "F"), per l`acquisto di macchinari, attrezzature e apparecchiature nuove, tecnologicamente avanzate e il cui impiego nei processi aziendali comporti la riduzione dei consumi energetici e degli impatti dell'attività produttiva sull'ambiente.

Il provvedimento regionale, caratterizzato da una dotazione finanziaria complessiva pari a 145 milioni di Euro, si articola in due assi di intervento:

  • il primo, denominato «Efficienza energetica - sostituzione», dedicato ad investimenti finalizzati alla sostituzione di macchinari, attrezzature ed apparecchiature con prodotti nuovi e caratterizzati da elevata efficienza energetica: il contributo è pari al 50% dei costi ritenuti ammissibili, fino ad un massimo di 15mila Euro (l'investimento non può essere di importo inferiore a 2mila Euro);
  • la seconda linea, dedicata all'«Innovazione - acquisto nuovo», promuove investimenti per l'acquisto di macchinari, attrezzature ed apparecchiature nuove e caratterizzate da elevate performances energetiche: il contributo è pari al 30% dei costi ammissibili, fino ad un massimo di 10mila Euro (l'investimento non può essere di importo inferiore a 2mila Euro).


>>Continua a leggere "In Lombardia supporto dell'innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese "

2868 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark In Lombardia supporto dell'innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese   at YahooMyWeb Bookmark In Lombardia supporto dell'innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese   at NewsVine Bookmark In Lombardia supporto dell'innovazione e dell'efficienza energetica nelle imprese   with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Il project financing per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 3 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Produzione & Consumi

seminario Fonti energia rinnovabileIl finanziamento è uno dei punti nevralgici per progetti capital intensive come quelli per gli impianti di produzione di energia alimentati da fonti rinnovabili. Il lavoro degli imprenditori e dei finanziatori è reso difficile da una disciplina sovrabbondante e contraddittoria e da una prassi applicativa molto oscillante.
Inoltre, il mercato dei progetti e quello dei relativi finanziamenti sono spesso molto veloci e incerti, con frequenti incursioni di operatori poco professionali o non trasparenti. Una necessità impellente è quindi quella di proteggere i soggetti “sani”, affinché si possa realizzare business con chiarezza ed efficacia.

E' proprio in questa visione che il prossimo seminario organizzato da Edizioni Ambiente punta, per chiarire e fare il punto della situazione sull'argomento.

Il Seminario che vi segnaliamo è stato progettato per fornire ai partecipanti:

  • una lettura delle principali fasi autorizzative e realizzative di impianti alimentati da fonti rinnovabili viste in relazione al momento del finanziamento del progetto;
  • sempre in funzione del finanziamento, un commento dei principali strumenti contrattuali normalmente utilizzati per portare a compimento un progetto;
  • il panorama degli strumenti di finanziamento normalmente utilizzati con un focus particolare sullo schema del project financing in ambito energetico;
  • approfondimenti sullo schema del project financing con particolare riferimento a progetti alimentati da fonte fotovoltaica e biomasse;
  • la possibilità di un esercizio di applicazione pratica delle nozioni apprese durante il seminario in merito ad uno schema di project financing.


>>Continua a leggere "Il project financing per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili"

6230 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Il project financing per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili  at YahooMyWeb Bookmark Il project financing per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili  at NewsVine Bookmark Il project financing per la realizzazione di impianti di produzione di energia da fonti rinnovabili  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!