Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

Emergenza caldo: un numero verde per l'assistenza in città

Scritto da www.z3xmi.it • Mercoledì, 24 luglio 2013
800.777.888 è il Numero Verde a disposizione di anziani, persone con disabilità e non autosufficienti e l'assessore Majorino chiede ai milanesi di segnalare le persone sole in difficoltà.

800.777.888 è il numero verde gratuito del Comune di Milano, attivo 24 ore su 24, sette giorni sette, a disposizione dei cittadini, soprattutto anziani, persone con disabilità e non autosufficienti, per chiedere assistenza in queste giornate di caldo. Gli interventi sono forniti tutti i giorni dalle 8 alle 19, compresi il sabato e la domenica.


>>Continua a leggere "Emergenza caldo: un numero verde per l'assistenza in città"

14796 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Emergenza caldo: un numero verde per l'assistenza in città  at YahooMyWeb Bookmark Emergenza caldo: un numero verde per l'assistenza in città  at NewsVine Bookmark Emergenza caldo: un numero verde per l'assistenza in città  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

CO2 oltre il limite di 400 ppm

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Giovedì, 16 maggio 2013

La concentrazione di anidride carbonica nell'atmosfera ha raggiunto la soglia di 400 ppm (parti per milione), come era logico aspettarsi dai dati delle ultime settimane. Il limite è stato superato nella media giornaliera del 9 maggio, come rilevato dal NOAA ( National Oceanic and Atmosferic Administration, US) e dallo Scripps Institution of Oceanography di San Diego nell'osservatorio di Mauna Loa, Hawaii. È la concentrazione più alta mai ragistrata da quando la base ha iniziato il monitoraggio della CO2  nel 1958. Allora il livello era di 316 ppm, non molto lontano dalle 280 parti per milione che caratterizzavano il periodo preindustriale. Da allora, la quantità di anidride carbonica in atmosfera è andata aumentando sempre più velocemente, con un tasso di crescita di 0.7 ppm all'anno negli anni '50 fino a 2.1 ppm dal Duemila in poi.

“Questo aumento non è una sorpresa per gli scienziati – ha detto Pieter Tans del NOAA – è la prova definitiva che le emissioni globali di CO2 dovute alla combustione di carbone, petrolio e gas sono in forte crescita, e che stanno accelerando”.

Il valore di 400 ppm è simbolico, ma non per questo meno preoccupante. Se si considerano le emissioni degli altri gas serra, come il metano e l’ossido di azoto, la concentrazione di CO2 equivalente era ben oltre la soglia già in aprile (478 ppm, secondo Ronald Prinn del MIT). All’interno della comunità scientifica e nei negoziati internazionali sul clima, la concentrazione di 400 ppm è convenzionalmente riconosciuta come la soglia oltre cui si va verso pericolosi e irrevesibili effetti dei cambiamenti climatici. Commentando il superamento, il segretario esecutivo dell’UNFCCC Christiana Figueres ha sottolineato la necessità di una risposta politica internazionale che sia all’altezza delle sfide.

Pochi giorni fa si è svolta la seconda sessione dei colloqui internazionali sul clima di Bonn (Ad Hoc Working Group on the Durban Platform, ADP2), che riprenderà all’inizio di giugno. I negoziati hanno l’obiettivo di delineare un accordo globale vincolante sulle misure di mitigazione ed adattamento, che dovrebbe essere approvato entro il 2015 per entrare in vigore nel 2020 (in sostituzione del Protocollo di Kyoto, che prevede obblighi solo per pochi Paesi industrializzati, e nessuna sanzione). Secondo i partecipanti, i colloqui hanno mostrato segnali incoraggianti ma finora non ci sono state proposte concrete.

Secondo Ralph Keeling, geochimico dello Scripps (e figlio dello scienziato Charles D. Keeling, che ideò la nota curva) “quello che accadrà al clima è ancora sotto il nostro controllo. Dipenderà essenzialmente da quanto continueremo a sfruttare i combustibili fossili per produrre energia”.


>>Continua a leggere "CO2 oltre il limite di 400 ppm"

10608 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark CO2 oltre il limite di 400 ppm  at YahooMyWeb Bookmark CO2 oltre il limite di 400 ppm  at NewsVine Bookmark CO2 oltre il limite di 400 ppm  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?

Scritto da www.z3xmi.it • Giovedì, 16 maggio 2013
Le segnalazioni inviate al giornale da due lettrici ci danno l'occasione per fare alcune considerazioni che riguardano la cura ed il rispetto dell'ambiente cittadino in cui viviamo, quello intorno a noi, le vie, gli edifici, le strade. Segnalazioni che ci ricordano la cura e rispetto che l'ambiente in cui viviamo merita da parte dei cittadini, e una doverosa attenzione da parte dell'amministrazione.

La prima segnalazione ci perviene da una lettrice che abita in via Luosi, una tranquilla via che sbocca in viale Brianza, con piccoli edifici, molti dei quali ormai d'epoca, alti due, massimo tre piani.


>>Continua a leggere "L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?"

8695 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?  at YahooMyWeb Bookmark L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?  at NewsVine Bookmark L'ambiente cittadino, libertà di..., o libertà da...?  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Energia. Meno smog e più risparmi: accelera il piano del Comune per efficientare gli edifici pubblici

Scritto da www.z3xmi.it • Mercoledì, 10 aprile 2013
Dalla trasformazione energetica di gran parte dei 600 edifici comunali agli oltre 700.000 m3 che saranno raggiunti dal teleriscaldamento, tra cui Palazzo Reale, Anagrafe e piazza Beccaria

Riprende e accelera il piano del Comune di Milano per migliorare l’efficienza energetica degli edifici pubblici. Un’accelerazione che permette di risparmiare anche sulla spesa. Sono questi i contenuti della delibera approvata ieri dalla Giunta, che prevede la trasformazione a gas naturale degli impianti più vecchi ancora in funzione in parte dei 600 edifici comunali, con una spesa del 6% più bassa sul servizio energia tutti gli anni, e l’allacciamento al teleriscaldamento A2A di ulteriori 700.


>>Continua a leggere "Energia. Meno smog e più risparmi: accelera il piano del Comune per efficientare gli edifici pubblici"

8453 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Energia. Meno smog e più risparmi: accelera il piano del Comune per efficientare gli edifici pubblici  at YahooMyWeb Bookmark Energia. Meno smog e più risparmi: accelera il piano del Comune per efficientare gli edifici pubblici  at NewsVine Bookmark Energia. Meno smog e più risparmi: accelera il piano del Comune per efficientare gli edifici pubblici  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Trentino. Una vacanza sostenibile

Scritto da pachi • Lunedì, 27 agosto 2012 • Commenti 0 • Categoria: Territorio

Quando si parla di ambiente, probabilmente le prime cose che ci vengono in mente sono un cielo azzurro, l'aria fresca e pulita, distese di verde, acqua cristallina. 

trentino-100ambiente

Tutte cose che possiamo ancora trovare, anche in Italia, grazie all'impegno quotidiano di chi la natura la ama e la rispetta, mettendoci a disposizione una straordinaria risorsa. Ad esempio in Trentino.

All'inizio di questa estate, dovendo scegliere una destinazione di vacanza, ci aveva colpito un post di 100viaggi, che esplorava il Trentino e ci ha fatto venire voglia di tornarci, soprattutto perchè abbiamo scoperto che oltre ad aver mantenuto, nel tempo, la qualità del suo ambiente naturale, il Trentino ha saputo sviluppare la quantità e la qualità della sua offerta ricettiva e delle opportunità di svago.

Queste due caratteristiche ne fanno una mèta ideale per una vacanza, sia che andiamo con la famiglia, sia che andiamo con gli amici e perfino da soli. In qualsiasi stagione dell'anno. 


>>Continua a leggere "Trentino. Una vacanza sostenibile"

10573 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Trentino. Una vacanza sostenibile  at YahooMyWeb Bookmark Trentino. Una vacanza sostenibile  at NewsVine Bookmark Trentino. Una vacanza sostenibile  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Lo scioglimento dei ghiacci è irreversibile o potrebbe presto fermarsi?

Scritto da scienzainrete • Martedì, 30 agosto 2011 • Commenti 2 • Categoria: Cambiamenti climatici

Un recente studio suggerisce che, nonostante l'attuale rapido ritiro dei ghiacci del Polo nord, nei prossimi decenni potremmo anche assistere a un incremento della superficie ghiacciata del Mare Artico.
Jennifer Kay, Marika Holland e Alexandra Jahn, ricercatrici del National Center for Atmospheric Research di Boulder (Colorado) hanno provato ad applicare uno tra i più promettenti modelli climatici alla situazione del mare Artico nei prossimi decenni.

Dopo aver verificato l'affidabilità del software, noto come Community Climate System Model, mettendo a confronto i risultati delle simulazioni con le osservazioni sul campo, le ricercatrici hanno voluto indagare quale peso potessero avere le attività umane e quanto invece dipendesse dalla variabilità intrinseca del ciclo climatico.


>>Continua a leggere "Lo scioglimento dei ghiacci è irreversibile o potrebbe presto fermarsi?"

12986 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Lo scioglimento dei ghiacci è irreversibile o potrebbe presto fermarsi?  at YahooMyWeb Bookmark Lo scioglimento dei ghiacci è irreversibile o potrebbe presto fermarsi?  at NewsVine Bookmark Lo scioglimento dei ghiacci è irreversibile o potrebbe presto fermarsi?  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata

Scritto da 100ambiente - News • Martedì, 21 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Rapporto Ispra: Anche in Italia gli effetti del riscaldamento

Calano le concentrazioni di zolfo, ossidi di azoto, ammoniaca e sostanze acidificanti in genere, ma l'aria che respiriamo in Italia continua a essere troppo inquinata.
Soprattutto nelle grandi città, dove ormai il superamento dei livelli di polveri sottili è spesso purtroppo consolidato.

Buone notizie dagli incendi (in diminuzione), ma troppe frane e smottamenti continuano a mettere in pericolo vite e attività umane. Lo dice l'Ispra (Istituto superiore per la protezione e la ricerca ambientale) che oggi a Roma ha presentato l'Annuario dei Dati ambientali 2010 con lo 'stato di salute' dell'ambiente nel nostro paese.

Secondo il dossier dal 1990 al 2009 nell'aria italiana sono stati emessi meno zolfo (-87,2%), ossidi di azoto (-51,3%) e ammoniaca (-16,5%) in atmosfera: calano le sostanze acidificanti, ma l'inquinamento continua a preoccupare. Polveri, ozono e biossido di azoto fanno infatti ancora temere per la nostra salute. In Italia nel 2009 il 45% delle stazioni di monitoraggio di PM10 ha superato il valore limite giornaliero e nell'estate del 2010 il 92% delle stazioni di monitoraggio per l'ozono ha registrato superamenti dell'obiettivo a lungo termine. Sono soprattutto le grandi citta dell'area padana a registrare i livelli piu alti di queste polveri. 


>>Continua a leggere "Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata"

2683 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata  at YahooMyWeb Bookmark Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata  at NewsVine Bookmark Meno incendi e gas serra, ma l'aria delle città è troppo inquinata  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Il 9 Ottobre sarà Giornata memoria vittime disastri

Scritto da 100ambiente - News • Lunedì, 20 giugno 2011 • Commenti 0 • Categoria: Territorio
Da Senato ok definitivo a legge. Scelta data tragedia Vajont

Il 9 ottobre sarà la 'Giornata nazionale in memoria delle vittime dei disastri ambientali e industriali causati dall'incuria dell'uomo'. L'Aula del Senato ha approvato infatti, in via definitiva, il ddl che istituisce la ricorrenza. La data scelta ricorda la tragedia del Vajont del 1963.

Il provvedimento prevede che, in occasione della Giornata nazionale, possano essere organizzati "sul territorio nazionale, senza nuovi o maggiori oneri a carico della finanza pubblica, manifestazioni, cerimonie, incontri e momenti comuni di ricordo dei fatti accaduti e di riflessione sui fatti medesimi, anche nelle scuole di ogni ordine e grado, al fine di promuovere attivita' di informazione e di sensibilizzazione e di sviluppare una maggiore consapevolezza dei rischi connessi ad interventi che alterano gli equilibri del territorio e della necessita' di tutelare il patrimonio ambientale del Paese".


>>Continua a leggere "Il 9 Ottobre sarà Giornata memoria vittime disastri"

7342 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Il 9 Ottobre sarà Giornata memoria vittime disastri  at YahooMyWeb Bookmark Il 9 Ottobre sarà Giornata memoria vittime disastri  at NewsVine Bookmark Il 9 Ottobre sarà Giornata memoria vittime disastri  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Il Wwf oggi compie 50 anni

Scritto da 100ambiente - News • Venerdì, 29 aprile 2011 • Commenti 13 • Categoria: Mercati e Tendenze
Il 29 aprile 1961 un piccolo gruppo fondò a Zurigo il Wwf

Il Panda compie 50 anni. Il World Wildlife Fund (WWF), una delle più grandi organizzazioni ambientaliste del mondo con cinque milioni di iscritti e progetti in centinaia di Paesi, si prepara a festeggiare oggi il suo primo mezzo secolo di vita.

"Il marchio del panda è uno più conosciuti e stimati al mondo: un simbolo di impegno, concretezza e positività per la tutela degli ecosistemi naturali e per il futuro dell'uomo",

si legge sul sito internet dell'associazione, fondata a Zurigo il 29 aprile 1961.


>>Continua a leggere "Il Wwf oggi compie 50 anni"

Tags: ,
16304 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Il Wwf oggi compie 50 anni  at YahooMyWeb Bookmark Il Wwf oggi compie 50 anni  at NewsVine Bookmark Il Wwf oggi compie 50 anni  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

CO2 e respiro degli alberi

Scritto da scienzainrete • Martedì, 15 marzo 2011 • Commenti 0 • Categoria: Cambiamenti climatici

Una ricerca suggerisce che l'aumento di anidride carbonica in atmosfera avrebbe causato una riduzione del 34% nella densità dei pori sulle foglie degli alberi.
Stando all'analisi di un secondo studio, ciò porterebbe in futuro a una drastica riduzione del vapore d'acqua rilasciato nell'atmosfera dagli alberi.

Insomma, una tragedia immane che si cela dietro l'angolo?
Cerchiamo di approfondirlo con il riassunto che riporta due ricerche scientifiche e pubblicato su Scienzainrete.


>>Continua a leggere "CO2 e respiro degli alberi"

15090 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark CO2 e respiro degli alberi  at YahooMyWeb Bookmark CO2 e respiro degli alberi  at NewsVine Bookmark CO2 e respiro degli alberi  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!