Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

L'auto-bici è la soluzione al traffico del futuro

Scritto da 100ambiente - News • Domenica, 3 luglio 2011 • Commenti 4 • Categoria: Trasporti e mobilità
Elettrica, ibrido fra auto e biciletta

Un'automobile o una bicicletta? L'E-3pod del finlandese Heikki Juvonen è una via di mezzo, premiato come miglior progetto del londinese Royal College of Arts da una giuria di esperti della Citroen e che è valso al suo ideatore uno stage di sei mesi al centro design della francese Psa.

Come spiega il quotidiano britannico The Daily Telegraph, l'E-3pod posisde due ruote anteriori e un'unica ruota posteriore entro la cui circonferenza è alloggiato il pilota nonché unico passeggero: una struttura che economizza al massimo il peso e l'aerodinamicità permettendo di utilizzare una batteria elettrica altrettanto leggera per la propulsione del veicolo.

Di seguito la fotogallery dell'E-3pod


>>Continua a leggere "L'auto-bici è la soluzione al traffico del futuro"

47557 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark L'auto-bici è la soluzione al traffico del futuro  at YahooMyWeb Bookmark L'auto-bici è la soluzione al traffico del futuro  at NewsVine Bookmark L'auto-bici è la soluzione al traffico del futuro  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

La luce a tempo e l'interruttore a forma di clessidra

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 13 settembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Nello spasmodico tentativo di individuare modalità e stili di vita atti al risparmio energetico e quindi partecipando ad una evoluzione verso una maggiore sostenibilità ambientale, ecco arrivare dalla mente di Jia Wen Chen e Wei-Ting Chen un innovativo interruttore a tempo, del genere di quelli usati nelle scale condominiali, che spengono la luce dopo un determinato tempo.

Risparmio energetico interruttore

Ma se da una parte è vero che questo generi di interruttori sono intelligenti e utili, dall'altra creano un dilemma a livello di interfaccia nell'utilizzatore finale: "Quanto tempo è rimasto prima che la luce vada via? Nel dubbio schiaccio di nuovo".

E' proprio questa l'idea di Jia e Wei-ting. Creare un interruttore che abbia una interfaccia intuitiva e indichi alle persone il reale tempo restante di illuminazione. E quale elemento iconografico è meglio di una clessidra?


>>Continua a leggere "La luce a tempo e l'interruttore a forma di clessidra"

8852 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark La luce a tempo e l'interruttore a forma di clessidra  at YahooMyWeb Bookmark La luce a tempo e l'interruttore a forma di clessidra  at NewsVine Bookmark La luce a tempo e l'interruttore a forma di clessidra  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

La nuova frontiera della Vibration-powered Generating Battery

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Domenica, 1 agosto 2010 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Continua la ricerca e l'inventiva nel settore delle batterie ad accumulo. Un'industria americana, la Brother Industries Ltd, ha cercato di porsi il problema analizzando la questione da un punto di vista diverso, rivolgendosi la seguente domanda.

Tutti i dispositivi elettronici che necessitano di batterie per alimentare i circuiti elettrici, hanno bisogno della medesima carica elettrica e - soprattutto - consumano la medesima quantità d'energia?

Ovviamente la risposta è no e dunque la Brother Industries Ltd ha pensato che utilizzare una batteria tradizionale per alimentare - ad esempio - un telecomando per la televisione o un impianto HiFi è assolutamente sprecato.
Ecco dunque la proposta delle Vibration-powered Generating Battery, un'idea già vista e intuita da moltissimi eco-designer con la conseguente presentazione di diversi concept sul mercato.

Vibration-powered Generators Batteries

Il concetto di autogenerazione dell'energia per alimentare un dispositivo elettrico è ampiamente noto (ricordate la radio a manovella?) ma la Brother Industries ha voluto concentrare il concetto di Shaking generation power all'interno di batterie nel formato AAA e AA.


>>Continua a leggere "La nuova frontiera della Vibration-powered Generating Battery"

4908 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark La nuova frontiera della Vibration-powered Generating Battery  at YahooMyWeb Bookmark La nuova frontiera della Vibration-powered Generating Battery  at NewsVine Bookmark La nuova frontiera della Vibration-powered Generating Battery  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Generare energia per il cellulare con il dito

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Martedì, 27 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Decisamente geniale questo concept che consente di generare manualmente una microcarica di energia extra per tutte quelle batterie che usiamo quotidianamente con i nostri dispositivi elettronici personali. Gli amici del neonato canale 100design non hanno pututo esimersi dal passarci la notizia e che pubblichiamo volentieri vista l'idea decisamente interessante. Ovviamente ci sono anche i lati negativi (come lo spazio occupato dal dispositivo) ma a nostro avviso è di secondaria importanza.

Il principio dovrebbe essere stato attinto dalla pratica in uso alcuni anni fa, quando l'uso delle cassette audio era tanto in voga. Per riavvolgere il nastro magnetico si usava una matita (o una Bic), facendo roteare la cassetta e ottenendo un movimento circolatorio costante. Bene! Due designer - Song Teaho e Hyejin Lee - avranno sicuramente visto la potenzialità del movimento e reinterpretandone le finalità e sfruttandone il principio, lo hanno applicato alle batterie di cellulare.

Il suo funzionamento è elementare. Dopo aver infilato il dito nello spazio apposito, si fa roteare la batteria, generando una microcarica energetica, sufficiente per effettuare una telefonata d'emergenza. Secondo i due progettisti, 130 evoluzioni sarebbe sufficienti per consentire una telefonata di 2 minuti e ben 25 minuti di telefono in stand-by.

Veramente molto, molto interessante. Ecco i dettagli del conpet.


>>Continua a leggere "Generare energia per il cellulare con il dito"

5246 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Generare energia per il cellulare con il dito  at YahooMyWeb Bookmark Generare energia per il cellulare con il dito  at NewsVine Bookmark Generare energia per il cellulare con il dito  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

HydroWind. Il gadget che dovrebbe essere assolutamente in commercio

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Martedì, 20 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Straordinario concept l'HydroWind pensato dallo spagnolo Ange Salomon. Un gadget per la produzione di energia ad uso personale che è un vero Must Have. Ma cerchiamo di scoprire e capire l'idea, che riteniamo assolutamente geniale.
Con l'arrivo della bella stagione, le escursioni in tenda o in camper si fanno sempre più possibili e desiderate. Ma il consumo energetico, anche in momenti in cui il rapporto tra uomo e natura si fa più intenso, è indiscutibile. Ci riferiamo alle necessità primarie come accendere una luce per l'uso notturno, il tenere fresco il cibo portato con se, magari con una ghiacciaia portatile, ricaricare le batterie di un GPS per il trekking, piuttosto che alimentare una radio per dialogare con altri gruppi di persone.

hudrowind campeggio gadget produzione energetica

Ebbene, HydroWind è un'idea che potrebbe senza dubbio aiutare chiunque volesse vivere il contatto con la natura e l'ambiente senza con questo infrangere i delicati equilibri della sostenibilità.
La soluzione pensata da Ange Salomon prevede un unica turbina per possa generare energia a 12 V, sia che lo si usi con il vento o con l'acqua.


>>Continua a leggere "HydroWind. Il gadget che dovrebbe essere assolutamente in commercio"

5769 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark HydroWind. Il gadget che dovrebbe essere assolutamente in commercio  at YahooMyWeb Bookmark HydroWind. Il gadget che dovrebbe essere assolutamente in commercio  at NewsVine Bookmark HydroWind. Il gadget che dovrebbe essere assolutamente in commercio  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Magic Charger. Giocare al Cubo di Rubik e generare energia

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 14 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Se siete amanti del Cubo di Rubik, dopo aver giocato in maniera virtuali su 100giochi, sicuramente vi interesserà scoprire questo nuovo progetto sviluppato da Zheng Weixi, Magic Charger. Il designer cinese ha pensato bene di sfruttare i principi dell'induzione elettromagnetica per ideare un Cubo di Rubik in grado di produrre energia ed immagazzinarla in una batteria.

Cubo rubik generatore energia

Una volta terminata la ricarica, la batteria può essere sfrutatta per alimentare altri dispositivi mobili, come cellulari, lettori Mp3 ed altre amenità.

L'idea ci sembra buona, non tanto per il progetto in se (che rimane comunque curioso e ben pensato) quanto al proliferare di proposte e intuizioni che spostano il problema della generazione di energia per consumo personale direttamente sui fruitori degli apparecchi elettronici. Per dirla in altre parole ...

Produciti l'energia che consumi da solo.


>>Continua a leggere "Magic Charger. Giocare al Cubo di Rubik e generare energia"

5683 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Magic Charger. Giocare al Cubo di Rubik e generare energia  at YahooMyWeb Bookmark Magic Charger. Giocare al Cubo di Rubik e generare energia  at NewsVine Bookmark Magic Charger. Giocare al Cubo di Rubik e generare energia  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!