Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

Diciamo addio allo spreco dello Stand By. Grazie a ZeroWatt

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Giovedì, 6 maggio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Elettrodomestici verdi

Le recentissime soluzioni presentate dalla tedesca Ansmann AG piace veramente tanto. La linea porta il nome di ZeroWatt ed è stata creata per azzerare gli sprechi di energia elettrica causati dalle apparecchiature elettroniche in modalità stand by.
Tutti i dispositivi e gli elettrodomestici durante la fase di stand by consumano una quantità di corrente che, se pur minima, incide sui costi finali della bolletta (è stato stimato, infatti, un consumo che può variare tra il 10% e il 15% del valore finale). Un sistema di home entertainment fornisce il classico esempio di situazione dove a fine utilizzo non viene scollegato completamente dalla rete elettrica ma vengono disattivate temporaneamente alcune funzioni.

zerowatt - addio standby

Un’altra situazione domestica sottovalutata dal punto di vista dello spreco energetico è quella dei caricabatterie per cellulari che spesso, per comodità, vengono lasciati collegati alla presa elettrica, anche quando non è più necessario. Anche in questo caso il consumo di energia non è nullo.

Zerowatt dunque, risolve il problema. Ma come funziona?


>>Continua a leggere "Diciamo addio allo spreco dello Stand By. Grazie a ZeroWatt"

9225 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Diciamo addio allo spreco dello Stand By. Grazie a ZeroWatt  at YahooMyWeb Bookmark Diciamo addio allo spreco dello Stand By. Grazie a ZeroWatt  at NewsVine Bookmark Diciamo addio allo spreco dello Stand By. Grazie a ZeroWatt  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Nasce “green internet”, più velocità e minori consumi energetici del 50 % grazie a uno speciale interruttore

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Martedì, 2 febbraio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Green InternetComincia a prendere forma “green internet”, che permette connessioni superveloci ma dai bassi consumi energetici grazie a uno speciale sistema di “stand by”, una specie di “interruttore” in grado di attivarsi quando il sistema non richiede trasmissione o ricezione di dati. Ricordiamo che la rete delle reti e tutte le sue terminazioni a casa degli utenti navigatori è una vorace idrovora di energia.

Questa scoperta, alla quale ha contribuito in maniera significativa il giovane ingegnere Luca Valcarenghi del CEIICP (Centro di Eccellenza l'Ingegneria dell'Informazione, della Comunicazione e della Percezione) della Scuola Superiore Sant'Anna di Pisa, durante i sei mesi come “Fulbright Research Scholar” presso la Stanford University, ha appena ottenuto un significativo riconoscimento a livello internazionale.

La relativa pubblicazione ha ricevuto il “Best Paper Award” al secondo “IEEE International Workshop on Green Communications” all'interno di Globecom 2009, conferenza internazionale dove, nell’ultima edizione, si sono dati appuntamento più di 2 mila esperti del mondo delle telecomunicazioni.

Le architetture per rendere più efficienti, dal punto di vista energetico, le reti di accesso ottiche sono una delle linee di ricerca che si stanno sviluppando presso il “Centro di Eccellenza” della Scuola Superiore Sant'Anna.


>>Continua a leggere "Nasce “green internet”, più velocità e minori consumi energetici del 50 % grazie a uno speciale interruttore"

8610 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Nasce “green internet”, più velocità e minori consumi energetici del 50 % grazie a uno speciale interruttore  at YahooMyWeb Bookmark Nasce “green internet”, più velocità e minori consumi energetici del 50 % grazie a uno speciale interruttore  at NewsVine Bookmark Nasce “green internet”, più velocità e minori consumi energetici del 50 % grazie a uno speciale interruttore  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Il pannello intelligente per la casa per conoscere i consumi energetici

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Venerdì, 15 gennaio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Elettrodomestici verdi

GE ha presentato un nuovo pannello informativo multi-funzione per la casa grazie al quale gli utenti potranno tenersi aggiornati sui propri consumi energetici e sui relativi costi. Il dispositivo, dotato di touch-screen, sarà in grado di connettersi in modalità wireless attraverso ZigBee o Wi-Fi a contatori intelligenti, elettrodomestici e termostati presenti nell'abitazione per raccogliere le informazioni necessarie, gestire le modalità di utilizzo e fornire in tempo reale i dati che permettono agli utenti di effettuare le scelte migliori in tema di energia.

I nuovi pannelli, già disponibili presso diversi operatori di utility, sono il prodotto degli sforzi congiunti di GE e OpenPeak Inc., azienda specializzata nello sviluppo di tecnologie di comunicazione.

Il sistema si presenta come una classica cornice da tavolo, potendo quindi essere posizionato praticamente ovunque all'interno della casa. Le funzionalità integrate nel pannello dipendono dalla selezione di applicazioni compiuta da ciascuna utility.

Sfruttando le informazioni provenienti dai contatori GE e i programmi di pricing dinamico nei mercati disponibili e sviluppati dalle utility stesse, il pannello sarà in grado di suggerire all'utente quali sono gli orari migliori per eseguire le attività più impegnative sotto il profilo del consumo energetico, come ad esempio utilizzare l'asciugatrice o la lavastoviglie.

Il sistema inoltre può essere programmato per controllare gli elettrodomestici intelligenti, i termostati e i dispositivi di riscaldamento e raffreddamento reagendo immediatamente alle modifiche inerenti prezzo e domanda. Il pannello diventerà così una sorta di consulente energetico, fornendo dati sull'andamento e suggerimenti per un consumo ottimale dell'energia.


>>Continua a leggere "Il pannello intelligente per la casa per conoscere i consumi energetici"

3174 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Il pannello intelligente per la casa per conoscere i consumi energetici  at YahooMyWeb Bookmark Il pannello intelligente per la casa per conoscere i consumi energetici  at NewsVine Bookmark Il pannello intelligente per la casa per conoscere i consumi energetici  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Per i responsabili dell'IT il tema "green" è importante, ma solo a parole

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Venerdì, 2 ottobre 2009 • Commenti 1 • Categoria: Produzione & Consumi

Recentemente Gartner Group ha realizzato una ricerca intervistando 130 responsabili aziendali nelle infrastrutture IT e nel campo della gestione dei datacenter.
Cosa è emerso?
Gli intervistati avrebbero un'anima "verde", indicando che il risparmio energetico è una priorità ma gli stessi sono convinti che l'offerta "verde" dei costruttori di apparecchiature elettroniche e tecnologiche abbia una bassa priorità per i prossimi 18 mesi. Pertanto ci si troverebbe ad un percorso ad ostacoli.

Che cosa sono i Data Center o le Server Farm? Una fotogallery imperdibile su 100foto

Il 68% degli intervisttati ritiene che il risparmio energetico è sicuramente la priorità del proprio datacenter nei prossimi 18 mesi, ma solo per il 7% - vista la scarsa offerta - prevede acquisti di soluzioni "green".
Insomma, un cane che si morde la coda.

Se l'anima è verde, il mercato si inceppa. I costruttori non prevedono grossi investimenti in apparecchiature informatiche a basso o bassissimo consumo, gli acquirenti, vista la scarsa offerta, non chiedono e non stimolano l'offerta a cambiare direzione o anticipare i tempi verso il risparmi energetico.

Gartner Group però segnala un problema emerso dall'indagine.
I responsabili dei datacenter non pongono una reale attenzione al processo di misurazione, monitoraggio e modellizzazione dell'uso dell'energia nel datacenter.
Mancherebbe, infatti nella maggior parte dei casi un accurato dashboard che consente loro di controllare la reale riduzione dei costi energetici e quindi il raggiungimento degli obiettivi richiesti da leggi o pianificazioni "green".

In definitiva si assisterebbe ad una dichiarazione - quella della volonta di ridurre i consumi energetici - ma solo a parole.

Entriamo nel merito della ricerca.


>>Continua a leggere "Per i responsabili dell'IT il tema "green" è importante, ma solo a parole"

5121 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Per i responsabili dell'IT il tema "green" è importante, ma solo a parole  at YahooMyWeb Bookmark Per i responsabili dell'IT il tema "green" è importante, ma solo a parole  at NewsVine Bookmark Per i responsabili dell'IT il tema "green" è importante, ma solo a parole  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Loewe Art SL, TV “ecologico”

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Martedì, 3 marzo 2009 • Commenti 0 • Categoria: Elettrodomestici verdi

Anche per Loewe l'attenzione verso il rispetto dell’ambiente sia in fase di produzione che nella realizzazione di prodotti a basso consumo energetico sta diventando una questione di priorità. I consumatori sono sempre più attenti alla sostenibilità dello sviluppo e alle tematiche connesse all’inquinamento.

In questo campo Loewe convince doppiamente: sia per bassi i consumi energetici, che per lo scrupoloso utilizzo di sostanze poco inquinanti o riciclabili.
Partiamo dai consumi.

11 watt non sembrano rilevanti, ma 11 watt sono un divario insuperabile in modalità stand by. Un qualsiasi sistema di home entertainment con apparecchi esterni (decoder, HDD esterno/media Player ecc. ecc.) consuma in stand by circa 12 Watt.
Un TV Loewe LCD Full HD come Loewe Art SL, l’ultimo nato in casa Loewe, sottile quasi come una lama, con hard disk da 250 GB, pannello di ultima generazione Full HD+ 100 Hz, ricevitore HDTV integrato, nella stessa modalità non arriva a consumare 1 Watt.

Immenso il risparmio di consumi energetici, anche a TV spento.


>>Continua a leggere "Loewe Art SL, TV “ecologico”"

5243 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Loewe Art SL, TV “ecologico”  at YahooMyWeb Bookmark Loewe Art SL, TV “ecologico”  at NewsVine Bookmark Loewe Art SL, TV “ecologico”  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Click Off. La prima multipresa a risparmio energetico

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 5 gennaio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Risparmio in casa e ufficio

Era ora che qualcosa di intelligente si muovesse nel campo delle multiprese.
Si chiama Click Off ed è una proposta - brevettata - che arriva da WIVA Group, azienda fiorentina specializzata nel campo di componenti elettriche e luminose.
L'abbiamo incontrata oggi a Castorama e subito la curiosità ci ha portato a cercare in rete il sito dell'azienda omonima.
Click Off è una multipresa che consente di risparmiare in modo decisamente comodo e funzionale.

Appare come una normale "ciabatta" ma in realtà è una piccola rivoluzione tecnologica che offre anche il vantaggio di poter risparmiare fino a 50 euro all'anno e di contribuire a ridurre l'inquinamento. Il valore economico del risparmio è calcolato sul consumo delle spie di stand by di un televisore, un videoregistratore, un decoder e un dvd collegati per un anno.
La peculiarità di Click-Off è il ricevitore a infrarossi che permette di essere accesa e spenta con un qualsiasi telecomando a infrarossi. Ma non solo.


>>Continua a leggere "Click Off. La prima multipresa a risparmio energetico"

7528 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Click Off. La prima multipresa a risparmio energetico  at YahooMyWeb Bookmark Click Off. La prima multipresa a risparmio energetico  at NewsVine Bookmark Click Off. La prima multipresa a risparmio energetico  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Nuove regole Ue sui consumi delle apparecchiature elettriche in “stand by”

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Venerdì, 2 gennaio 2009 • Commenti 3 • Categoria: Elettrodomestici verdi

E' noto da parecchio tempo che qualsiasi apparecchiatura elettrica messa in Stand By continui - seppur in maniera esigua - a consumare energia. Ma se il singolo apparecchio elettrico può non avere un peso specifico rilevante, i milioni di apparecchi venduti fino ad oggi e messi in stand-by causano un enorme dispendio di energia.
Ed è proprio per questo che la UE ha emanato il REGOLAMENTO (CE) N. 1275/2008 DELLA COMMISSIONE del 17 dicembre 2008 recante misure di esecuzione della direttiva 2005/32/CE del Parlamento europeo e del Consiglio per quanto riguarda le specifiche di progettazione ecocompatibile relative al consumo di energia elettrica nei modi stand-by e spento delle apparecchiature elettriche ed elettroniche domestiche e da ufficio.

Ma quali sono i numeri e le statistiche che hanno portato, finalmente, ad una restrizione legislazione in merito?
Partiamo subito dai dati emersi da uno studio preparatorio che fanno tremare anche le più solide convinzioni di chi non vede nello stand-by un sistema di spreco energetico assurdo.


>>Continua a leggere "Nuove regole Ue sui consumi delle apparecchiature elettriche in “stand by”"

3691 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Nuove regole Ue sui consumi delle apparecchiature elettriche in “stand by”  at YahooMyWeb Bookmark Nuove regole Ue sui consumi delle apparecchiature elettriche in “stand by”  at NewsVine Bookmark Nuove regole Ue sui consumi delle apparecchiature elettriche in “stand by”  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Arrivano i data center “eco-compatibili”

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 15 dicembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Innovazione

Easynet, fornitore di servizi gestiti per reti, hosting e telepresence, ha annunciato oggi di aver investito nove milioni di euro per la realizzazione di un energy center di proprietà con l’obiettivo di ridurre le emissioni di CO2 del proprio data center situato a Schiphol-Rijk, vicino ad Amsterdam.


La nuova struttura diminuirà le emissioni annuali di CO2 di 1.726 tonnellate.
Il consumo energetico del data center, inoltre, si abbasserà di 2.574.153 kWh l’anno.

La diminuzione di emissioni di CO2 sarà possibile principalmente grazie all’adozione di un sistema di raffreddamento energicamente efficiente, l’introduzione di corridoi caldi e freddi nel data center e una tecnologia di ‘freecooling’.
Si tratta di una tecnologia che ottimizza l’uso della temperatura esterna per raffreddare i sistemi ospitati presso il data center. La progettazione e la costruzione dell’energy center hanno rappresentato una notevole sfida, considerando le limitazioni in termini di spazio aereo e logistiche date dalla vicinanza dell’aeroporto di Schiphol.


>>Continua a leggere "Arrivano i data center “eco-compatibili”"

4747 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Arrivano i data center “eco-compatibili”  at YahooMyWeb Bookmark Arrivano i data center “eco-compatibili”  at NewsVine Bookmark Arrivano i data center “eco-compatibili”  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Gli Ecodecoder SAGEM

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 12 novembre 2008 • Commenti 0 • Categoria: Elettrodomestici verdi

Sagem ITD58N ECO
E' con particolare piacere che parliamo di questa nuova linea di tre decoder digitali presentati recentissimamente dalla SAGEM.
Fanno parte della gamma DTT ECO, caratterizzati da un basso consumo energetico.

Sappiate - ma è ormai noto - che centinaia di milioni di kWh vengono consumati ogni anno dai dispositivi elettronici, molti dei quali in perenne stand by nelle case.
Una soluzione per ridurre questo spreco deve essere trovata urgentemente e questa è la ragione che ha spinto Sagem a focalizzare la propria ricerca e sviluppo su prodotti che abbiano il minor impatto ambientale possibile.
 
Questo è lo scenario che ha portato all’introduzione della nuova gamma di 3 Eco ricevitori DTT SAGEM:

SAGEM ITD58N ECO - Ricevitore con presa SCART - 1.8 W standby e 3.8 W in funzione
SAGEM DTR 6480T ECO - Recevitore/recorder con hard disk da 80GB e 2 prese SCART - 2 W standby e 15 W in funzione
SAGEM DTR 67160T ECO - Recevitore/recorder con hard disk da 160GB , 2 prese SCART e uscita HDMI - 2 W standby e 15 W in funzione

Per capire il reale beneficio che deriva dall'uso di dispositivi elettronici capaci di un consumo contenuto, vi riportiamo un recente studio che ha stabilito che il consumo medio di un ricevitore convenzionale DTT risulta essere il seguente.


>>Continua a leggere "Gli Ecodecoder SAGEM"

2307 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Gli Ecodecoder SAGEM  at YahooMyWeb Bookmark Gli Ecodecoder SAGEM  at NewsVine Bookmark Gli Ecodecoder SAGEM  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!