Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

L'Energy Manager. La nuova figura di domani

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 28 gennaio 2009 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze
La figura dell’Energy manager nasce negli Stati Uniti all’epoca della prima crisi energetica (metà degli anni ’70) con l’incarico di gestire i costi energetici in impresa.

In Italia, questa figura è stata riconosciuta istituzionalmente per la prima volta dalla legge n.308 del 1982 sebbene limitatamente al comparto industriale.
Nel 1991 viene emanata la Legge n. 10/91 con la quale la figura dell’Energy manager viene definita come “Responsabile per la conservazione e l’uso razionale dell’energia” ed imposta quale obbligo di legge non solo alle industrie che superavano i limiti di consumo di 10.000 tonnellate equivalenti (tep) di petrolio l’anno, ma anche a tutti gli organismi pubblici e privati, compresa la pubblica amministrazione che denunciassero consumi superiori ai 1.000 tep/anno.

Al primo anno di applicazione della norma così modificata risultavano attivi circa 900 Energy manager ed Intorno alla metà degli anni ‘90 si stimava a livello nazionale che il numero di tecnici che avrebbero dovuto svolgere queste funzioni, fosse pari a circa 8.000 unità.
Il valore è orientativamente valido ancora oggi.


>>Continua a leggere "L'Energy Manager. La nuova figura di domani"

2258 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark L'Energy Manager. La nuova figura di domani  at YahooMyWeb Bookmark L'Energy Manager. La nuova figura di domani  at NewsVine Bookmark L'Energy Manager. La nuova figura di domani  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!