Ambiente, ecologia, tecnologia e sviluppo sostenibile

Ong raccoglie 100.000 cellulari per realizzare cucine solari

Scritto da 100ambiente - News • Martedì, 5 luglio 2011 • Commenti 0 • Categoria: Fonti rinnovabili
Oggetti abbandonati diventano strumento di aiuto concreto

È arrivato da Napoli lo scatolone che conteneva il cellulare numero 100mila raccolto dalla Fondazione MAGIS, ong dei gesuiti italiani, nell'ambito della campagna "Abbiamo tanti progetti appesi a un filo".
Non più dimenticati in fondo ai cassetti, i cellulari regalati alla campagna finanzieranno la costruzione di cucine solari in Ciad grazie allo smaltimento adeguato dei dispositivi ormai inutilizzabili, garantendo la corretta gestione delle sostanze pericolose per l'ambiente, e al riuso degli apparecchi ancora funzionanti, riparati se necessario e immessi nel mercato dell'usato.

Al MAGIS viene versato un corrispettivo per ogni cellulare ricevuto; così oggetti apparentemente inutilizzabili si trasformano in aiuti concreti per 300 gruppi di famiglie ciadiane (da 5 a 10 nuclei familiari per gruppo) che useranno collettivamente le cucine solari.


>>Continua a leggere "Ong raccoglie 100.000 cellulari per realizzare cucine solari"

3766 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Ong raccoglie 100.000 cellulari per realizzare cucine solari  at YahooMyWeb Bookmark Ong raccoglie 100.000 cellulari per realizzare cucine solari  at NewsVine Bookmark Ong raccoglie 100.000 cellulari per realizzare cucine solari  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Torna Puliamo il Mondo. Dal 24 al 26 settembre.

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Martedì, 21 settembre 2010 • Commenti 0 • Categoria: Appuntamenti

Si chiama Puliamo il Mondo, la versione italiana del più grande evento di volontariato ambientale nel mondo, Clean Up the World, che torna anche quest’anno in Italia organizzata da Legambiente in collaborazione con la Rai.
Il week-end 2010 per ripulire dai rifiuti abbandonati strade, piazze, parchi, spiagge e fiumi, sarà quello del 24, 25 e 26 settembre e sarà anche l’occasione per dichiarare guerra ai sacchetti di plastica, veri nemici dell’ambiente molto diffusi e sempre troppo dispersi in natura.

Puliamo il mondo 2010

Nata a Sidney in Australia nel 1989, Clean Up the World è la più importante campagna di volontariato ambientale del mondo cui partecipano centinaia di paesi e più di 35 milioni di persone.
L’iniziativa è stata portata in Italia nel 1993 e da allora è presente su tutto il territorio nazionale grazie all'instancabile lavoro di oltre 1.500 gruppi di “volontari dell'ambiente”, che organizzano l'iniziativa a livello locale in collaborazione con associazioni, comitati e amministrazioni cittadine.

Fondamentale il contributo della Rai, che collabora dal 1995 alla promozione delle giornate di Puliamo il Mondo con trasmissioni, dirette e uno spot di sensibilizzazione. Anche quest’anno, Ambiente Italia di Rai 3 segue la settimana di avvicinamento al fine settimana di volontariato ambientale, presentando, casi, emergenze e progetti in tutta Italia.


>>Continua a leggere "Torna Puliamo il Mondo. Dal 24 al 26 settembre."

2874 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Torna Puliamo il Mondo. Dal 24 al 26 settembre.  at YahooMyWeb Bookmark Torna Puliamo il Mondo. Dal 24 al 26 settembre.  at NewsVine Bookmark Torna Puliamo il Mondo. Dal 24 al 26 settembre.  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Aperto un nuovo supermercato UNES ecosostenibile

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Venerdì, 16 luglio 2010 • Commenti 1 • Categoria: Produzione & Consumi

Unes Supermercato EcologicoAvviata da Unes la strada verso l'apertura di supermercati che abbiano un'impronta fortemente ecosostenibile. Le grandi superfici commerciali hanno una propensione ad essere divoratori di energia e di proporre modelli commerciali in cui lo spreco è di casa. Il motivo è ovvio: risultare accattivanti e commercialmente seducenti per portare il consumatore ad acquistare sempre di più e a scegliere uno o l'altra superficie commerciale.

Il nuovissimo supermercato ecosotenibile in casa Unes sarà inaugurato oggi a Biassono (MB) in via "Trento e Trieste 114".
Cestelli della spesa ottenuti grazie al riciclo di 120mila tappi di plastica, carrelli nati dal recupero di di 25mila bottiglie in Pet e divisori dei banchi frigo ottenuti riutilizzando più di 6mila bottiglie in plastica.
E ancora: barre “Cliente successivo” ricavate dal recupero della plastica, un impianto luci intelligente per ottimizzare l’utilizzo di energia elettrica nelle diverse aree del punto vendita.
Sono solo alcune delle novità “green” che distingueranno il nuovo supermercato a insegna “U2” .

Ma non solo: il nuovo punto vendita dirà basta ai sacchetti in polietilene, ridurrà gli imballaggi di molti prodotti, venderà esclusivamente sacchetti biodegradabili, borse usa-riusa in TNT (tessuto-non-tessuto) e lampadine a ridotto consumo energetico.


>>Continua a leggere "Aperto un nuovo supermercato UNES ecosostenibile"

7660 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Aperto un nuovo supermercato UNES ecosostenibile  at YahooMyWeb Bookmark Aperto un nuovo supermercato UNES ecosostenibile  at NewsVine Bookmark Aperto un nuovo supermercato UNES ecosostenibile  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Quattro ristoranti della Lombardia abbracciano il marchio Ecolabel

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Venerdì, 30 aprile 2010 • Commenti 0 • Categoria: Mercati e Tendenze

ecolabel legambiente turismoCenare al ristorante in modo ecosostenibile e nel rispetto dell'ambiente. Da oggi a Milano e in Lombardia si può, grazie all'accordo siglato tra Legambiente e il Gruppo Ethos, di cui fanno parte alcuni locali milanesi e della Lombardia quali Grani&Braci, Sanmauro, Acqua e Farina e Risoamaro, che ottengono l'etichetta ecologica di Legambiente ed entrano nell'elenco per un turismo sostenibile.

I gestori dei ristoranti hanno firmato il decalogo ambientalista e si sono impegnati a realizzare diverse azioni di eco sostenibilità: dall'attenzione per la raccolta dei rifiuti al risparmio energetico, dall'alimentazione alla gastronomia, il tutto per migliorare le prestazioni ambientali della ristorazione.

Si diffonde sempre di più dunque il marchio Ecolabel di Legambiente Turismo che ad oggi conta ben 384 strutture ricettive a livello nazionale e 47 nelle province lombarde.


>>Continua a leggere "Quattro ristoranti della Lombardia abbracciano il marchio Ecolabel "

3189 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Quattro ristoranti della Lombardia abbracciano il marchio Ecolabel   at YahooMyWeb Bookmark Quattro ristoranti della Lombardia abbracciano il marchio Ecolabel   at NewsVine Bookmark Quattro ristoranti della Lombardia abbracciano il marchio Ecolabel   with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Energia fotovoltaica ad Haiti per l'acqua potabile

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Domenica, 31 gennaio 2010 • Commenti 0 • Categoria: Energia Fotovoltaica

Il gruppo tedesco SolarWorld ha donato una soluzione basata su moduli fotovoltaici per l'alimentazione di centrali di pompaggio e depurazione dell'acqua in Haiti. La soluzione sarà in grado di fornire acqua potabile fino ad un massimo di 175.000 persone nella regione devastata dal terremoto.

La donazione rientra nel programma Solar2World, che ha l'obiettivo di sostenere lo sviluppo di sistemi di energia solare che garantiscano la fornitura urgente di energia elettrica indipendente dalla rete elettrica e combustibili fossili.


>>Continua a leggere "Energia fotovoltaica ad Haiti per l'acqua potabile"

3493 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Energia fotovoltaica ad Haiti per l'acqua potabile  at YahooMyWeb Bookmark Energia fotovoltaica ad Haiti per l'acqua potabile  at NewsVine Bookmark Energia fotovoltaica ad Haiti per l'acqua potabile  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Simply Sma, il primo supermercato verde di Milano

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Mercoledì, 30 settembre 2009 • Commenti 2 • Categoria: Produzione & Consumi

Ha aperto in via Novara 15 a Milano da un paio di settimane il primo supermercato “verde” a insegna Simply Sma, concepito nel rispetto dell’ambiente e del sociale.
Un progetto a elevata sostenibilità, che coniuga diversi aspetti: dal risparmio energetico al riciclo dei materiali e dei rifiuti, dai prodotti ecologicamente attenti all’impegno concreto verso la comunità che lo ospita.

2.500 mq di superficie disposti su due piani e sviluppati in un'ottica di “ecocompatibilità a 360 gradi” per ridurre l’impatto ambientale e contribuire alla salvaguardia del pianeta.

Il nuovo Simply Sma di via Novara presenta accessori d’arredo in materiali riciclati: la plastica di carrelli, gettoni, cestini della spesa, evidenziatori promozionali, separatori dei banchi frigoriferi e dei clienti alla cassa; il legno dei pannelli della gastronomia; lo smalto delle piastrelle dei servizi è ricavato da neon esausti.

Queste sono solo alcune delle tante novità green, che il nuovo supermercato offre ai suoi clienti.

Oltre alle attrezzature, il nuovo Simply Sma propone anche una ricca selezione di prodotti ecoattenti: dallo sfuso di alimentari e detersivi alle produzioni equosolidali e biologiche, dagli articoli a basso consumo energetico a quelli 100% in fibre naturali.
Inoltre, per sensibilizzare i clienti ai temi del riciclo, i comuni sacchetti di plastica saranno affiancati da sacchetti biodegradabili in amido di patate e da borse cabas riutilizzabili.




>>Continua a leggere "Simply Sma, il primo supermercato verde di Milano"

7508 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Simply Sma, il primo supermercato verde di Milano  at YahooMyWeb Bookmark Simply Sma, il primo supermercato verde di Milano  at NewsVine Bookmark Simply Sma, il primo supermercato verde di Milano  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Dai tappi delle bottiglie di plastica, pozzi per l'acqua in Tanzania

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Sabato, 11 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Materiali

Continua il successo della raccolta dei tappi di plastica.
Per molto tempo - erroneamente - è stato creduto che la raccolta dei soli tappi di plastica fosse una legenda urbana, ed invece ha tutto il peso di una cosa vera, tangibile ed economicamente verificabile.

Cominciamo subito con il dire che ogni tappo di bottiglia di plastica recuperata ha il valore singolo di € 0,04 (per la precisione 4,25 centesimi di euro. Una tonnellata di tappi di plastica vale circa 170 €.

Proseguiamo poi con il rispondere ad una delle domande basilari che si pongono di fronte a questo tipo di raccola.
Ma perché non raccogliere anche le bottiglie, insieme ai tappi, visto che si otterrebbe molto più denaro per le opere di beneficenza?
La risposta è semplice: la legge lo vieta perché la raccolta dei rifiuti urbani è affidata a società che ne hanno la concessione in esclusiva. Le bottiglie, quindi, possono essere raccolte solo da questi Enti, mentre i tappi non sono considerati rifiuto urbano e così anche i privati o le associazioni possono farsene carico.
Ma andiamo oltre.
A supportare nei fatti c'e' una delle tante iniziative native della Toscana - che ultimamente vede coinvolta anche la provincia di Reggio Emilia - che grazie alla partecipazione della cittadinanza, delle scuole e di centri sociali nella raccolta diffusa dei tappi di plastica è stato possibile realizzare pozzi per l'acqua in Tanzania.

Vediamo nello specifico.


>>Continua a leggere "Dai tappi delle bottiglie di plastica, pozzi per l'acqua in Tanzania"

13894 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Dai tappi delle bottiglie di plastica, pozzi per l'acqua in Tanzania  at YahooMyWeb Bookmark Dai tappi delle bottiglie di plastica, pozzi per l'acqua in Tanzania  at NewsVine Bookmark Dai tappi delle bottiglie di plastica, pozzi per l'acqua in Tanzania  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!

Terremoto in Abruzzo. Un piccolo aiuto dalle Oasi WWF

Scritto da Luca De Nardo - 100ambiente • Lunedì, 6 aprile 2009 • Commenti 0 • Categoria: Territorio

In questo momento di tragedia e sofferenza, anche il più piccolo aiuto può essere un grande supporto per gli abruzzesi colpiti questa notte dal terremoto che non da ancora tregua dopo tante ore dalla scossa più potente.
Il WWF, come tantissime altre Associazioni e Istituzioni, si sono messe immediatamente a disposizione, sia come personale che come strutture.
Per aiutare le famiglie sfollate dai centri colpiti dal sisma l’associazione ha messo immediatamente a disposizione le foresterie e i centri visite delle vicine oasi abruzzesi Gole del sagittario (comune di Anversa degli Abruzzi, provincia de L’Aquila) e Cascate del rio Verde (comune di Borrello, provincia di Chieti). Le strutture, rispettivamente di 10-12 posti letto la prima e di 5 la seconda,  sono da oggi  a disposizione della Protezione Civile.

E’ un piccolo contributo che l’associazione, impegnata in questi giorni proprio a organizzare gli eventi dedicati alle sue 130 Oasi protette, è lieta di mettere a disposizione  per accogliere la popolazione dei paesi colpita dal disastroso terremoto.


>>Continua a leggere "Terremoto in Abruzzo. Un piccolo aiuto dalle Oasi WWF"

1833 hits
Twitter Google Bookmarks FriendFeed Bookmark Terremoto in Abruzzo. Un piccolo aiuto dalle Oasi WWF  at YahooMyWeb Bookmark Terremoto in Abruzzo. Un piccolo aiuto dalle Oasi WWF  at NewsVine Bookmark Terremoto in Abruzzo. Un piccolo aiuto dalle Oasi WWF  with wists Stumble It! Print this article! E-mail this story to a friend!